Presenti

 

Penny

oasi-penny

E’ semplicemente un sogno che si realizza: ho sempre amato i gatti neri in modo particolare, ma per tutta la vita ho adottato quel che c’era. Solo dopo 34 anni di gatti finalmente sono riuscita a trovare lei, piccola gattina di colonia, spelacchiata e bruttina, ma tanto tanto dolce. Quando l’abbiamo presa era tutta sporca di pipì, ma per niente impaurita, si è messa nel trasportino e mi ha preso le mani con le zampe. La sera stessa è venuta a dormire nel lettone insieme a noi e si è fidata da subito.

La portiamo spesso in giro  ed è tranquilla anche in macchina, in casa non ha mai fatto danni, anche se a volte fa la pazza per giocare.  Viene sempre a dormire appoggiata a me, quando siamo sul divano si mette nel mezzo, se sto al pc si mette seduta nella sedia accanto… non mi lascia mai sola e mi sgrida se sto fuori casa per qualche giorno. E’ un po’ viziata con la pappa, non mi fa mai dormire e riempie il pavimento di peli e sassolini di lettiera, ma basta guardarla per essere felice.

Il suo nome deriva dalla serie tv The Big Bang Theory: ” Toc… toc… toc… Penny! “

heart-divider (1)

Ihan

oasi-ihan

Conosciuto anche come Fuffo o Pippo, è ormai come un fratello per me. Quando era piccolo nessuno lo voleva, suo fratello lo picchiava e non lo faceva mangiare e così era un po’ secchino e tutto storto. Ci siamo incontrati in un momento in cui avevamo terribilmente bisogno l’uno dell’altra, ci siamo guardati e ci siamo innamorati a vicenda. E’ affettuoso e permaloso, ha un carattere dolce e allegro, ama i gatti e i bambini, ma la cosa che ama di più sicuramente è andare a passeggiare. E’ vanitoso e adora essere spazzolato, ma odia farsi il bagnetto.

Non ha neanche paura del veterinario, anzi, gli piace andarci per giocare con gli altri cani e i gattini che trova in giardino. E’ grande e grosso, ma è un gran fifone. Adesso purtroppo viviamo lontani e so per certo che gli manco quanto lui manca a me, quando ci rivediamo salta come un matto e sorride, di un sorriso molto umano. La sua compagnia è una delle cose che mi rende più felice al mondo.

Il suo nome deriva da un personaggio di Guild Wars 2: l’agente Ihan.

heart-divider (1)

Amy Lee (Oh!)

oasi-emilio

E’ arrivato quando pensavo che Joanna Polpetta (all’epoca Jon) fosse morta. All’inizio credevo fosse una femminuccia e quindi l’avevo chiamata Amy Lee, ma un giorno uscirono fuori le palline (Oh!) e così diventò quindi Amy Lee (Oh!), per gli amici Emilio.

E’ sempre stato bello morbidoso e buono, anche un po’ tonto, ammettiamolo. E’ impossibile non volergli bene. Adesso che suo fratello (sorella!) non c’è più ha ereditato il piano superiore del terrario e nonostante i due anni passati, riesce a salire la scala e fare anche qualche giro di ruota. La cosa che ama di più è dormire nella carta pulita e mangiare l’insalata fresca, quello che odia è essere svegliato, alza addirittura la voce! Non è un tipo a cui piaccia viaggiare, preferisce stare tranquillo nel suo terrario.

Ogni giorno spero che si ricordi di svegliarsi, ma quando gli allungo il pinolo lui lo prende nonostante sia un po’ cieco e un po’ sordo e mi rassicura che non ha nessuna intenzione di lasciare il suo piccolo paradiso terrestre.

heart-divider (1)

Iside

isidina-150x150

Ho sempre avuto la casa di campagna piena di gatti, sono arrivata al massimo a 5 alla volta. Ma in poco tempo ho perso tutti i miei mici, probabilmente per una brutta malattia. Se n’è andata prima Cleo, ma era anziana e nessuno ha pensato che stesse male, poi Tigra e le due micine di Amon (Mya e L’altra) e infine anche la mia piccola demoncella. E’ stato un dolore immenso arrivare là e non essere accolti da nessuna codina fuseggiante (Alex è sopravvissuto, ma come al suo solito viene quando gli pare).

Così cercammo un micino da adottare, una famiglia ne aveva diversi e così ne scelsi uno, ma al momento di consegnarcelo erano stati già dati tutti via. Ci rimasi davvero male, mi veniva da piangere, allora il signore disse che conosceva altri mici da far adottare e portò 3 femminucce: scelsi lei, la più magrolina. Sembrava piccola e indifesa, ma appena portata a casa non ci ha messo molto ad ambientarsi e persino ad andare d’accordo con Ihan e con Alex, che la adora. E’ una micia molto dolce e chiacchierona, ma è anche indipendente e cacciatrice. E poi è bellissima!

Il suo nome deriva dalla dea egizia della fertilità.

heart-divider (1)

Alex

Oasi-Alex-150x150

Il suo nome è in onore di Alessandro del Piero che nel periodo in cui nacque il micio lasciò la Juve, ma non lasciò mai i nostri cuori come capitano. E’ figlio di Amon ed è soprannominato “Gatto Grasso”, chissà come mai?

Da piccolo sparì per una quindicina di giorni, tutti pensavano che fosse morto e invece Amon lo aveva semplicemente nascosto in un buco nel terreno. Quando lo ritrovai provai una gioia immensa e da quel giorno è rimasto con noi.

E’ un girellone, va a chiedere cibo a tutti i vicini (e si vede!) e quando torna a casa lo fa solo per mangiare e prendere qualche coccola in poltrona. Ha un vocione che pare finto, è grosso e morbido e nonostante sia un gatto vagabondo riesce lo stesso a fare le fusa e farsi perdonare di tutte le marachelle. E’ innamorato di Isidina, ma soprattutto di Ihan, gli si struscia sempre contro e pretende attenzioni: povero cane!

A causa delle sue scappatelle ha un orecchio morsicato e qualche zona di pelo mancante, ma se la spassa alla grande.