Non siamo stati noi

Caro amico mio, che piacere, che sorpresa
La tua telefonata, no, non ti ho riconosciuto ma
Non prenderla con me, la testa c’è e non c’è.
Proprio adesso che, mi sentivo un niente
Che bello che è, sentirsi importante
Sentirsi qualcuno per chi, non ti è nessuno.

Sai amico mio, ci si sente soli ad esser buoni
La sensibilità non è una virtù a questo mondo
E noi romantici piangiamo sempre un po’ per chi
Un cuore non l’ha avuto mai o per chi
Ha un cuore che non vola più oramai…
…ma non siamo stati noi.

E non lo so se sono la stessa che scriveva nel diario
Ogni amore che passa è un pezzo di cuore che va
E non ritorna, non ritorna più…

Caro amico mio, grazie per le tue parole
Grazie perché sai l’amore si nutre di speranze e
Stasera osservo in me una luce che non c’è.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>