Primo anno con Penny

Penny12

Esattamente un anno fa a quest’ora ero emozionatissima, perchè stavamo per venire a prenderti.

Sembrava tutto andare storto, ma alla fine ti vidi: eri già grandina, spelacchiata, piena di pipì e di acari, certo non potevo dire che fossi una bella gattina. Ma appena messa nel trasportino mi prendesti la mano con le tue zampe e ti mettesti buona (cosa che fai tuttora)… e avevi già tutto il mio cuore.
La sera stessa sei venuta a dormire sul letto con noi, non ci conoscevi, ma avevi deciso di fidarti. Il giorno dopo ti avevo persa e avevo telefonato a Claudio piangendo. Invece ti eri solo nascosta nel buco del mobile e tutta nera come eri me ne sono resa conto solo quando la luce ti ha attraversato quei magnifici occhi giallo fuoco che hai.

E’ passato un anno: abbiamo viaggiato, ballato, giocato a nascondino, ti sei sdraiata accanto a me ogni volta che stavo poco bene, ci hai sgridato ogni volta che abbiamo fatto tardi e tenuto il muso quando ho dovuto lasciarti sola con papo.
Ormai ho imparato a capire cosa vuoi da come miagoli, sai sempre come farti capire (e viziare). Hai conquistato pure i nonni lontani con la tua calma ed intelligenza. A volte penso che tu sia più cane che gatto. Ma qualunque cosa tu faccia rendi speciali le mie giornate.

Non ci saranno mai parole per descrivere il bene che ti voglio, Penny!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>